Il nostro paziente Dario scrive:

Ho iniziato a scrivere due anni fa, dopo esser stato in California per il matrimonio di mia cugina.

Non so se sia stata l’atmosfera del posto ad avermi dato ispirazione ma una volta tornato a casa ho iniziato a scrivere nonostante fosse una cosa che non avevo mai fatto prima. Mi sono sentito di provarci.

Ho iniziato a scrivere in primis perché ho difficoltà a relazionarmi con le persone, soprattutto perché con le parole ci metto un’eternità, e poi perché con la scrittura è più facile comunicare ed esprimere ciò che sento; un po’ come un’ombra utile per aiutarmi ad essere me stesso.

Inizialmente scrivevo brevi frasi, poi sono passato alle poesie fino ad arrivare a dei testi che avrei potuto trasformare in canzoni.

Grazie all’ASL ho conosciuto Stefano, un educatore che insegna anche nelle scuole che mi ha incoraggiato a realizzare il mio progetto e così mi ha presentato Maria.

Abbiamo cercato una base alla quale abbiamo adattato un testo, ma non un testo qualunque, quello più importante per me. 

È stato strano, non mi aspettavo tutto questo.

Con molto lavoro e molta voglia di fare, grazie a loro sono riuscito a realizzare una parte di sogno.

Non so ancora dove voglio arrivare, ma ho trovato il mio obiettivo.

Voglio che tutti trovino la forza di credere nei propri sogni e far si che diventino una realtà.

Leave a Reply